Bere vino allunga la vita, ma senza esagerare

Uno studio condotto da ricercatori italiani conferma la tesi, ma il consiglio è di non esagerare.

Un bicchiere al giorno per lui e mezzo bicchiere per le donne. A dosi moderate il vino allunga la vita. Con uno studio scientifico adesso sappiamo anche di quanto.
Mantenendo un consumo effettivamente al di sotto di ciò che si pensava, gli uomini vivono più a lungo di 15 mesi, mentre le donne di 18 mesi, consumando però, come abbiamo detto, la metà della dose di vino. Lo studio scientifico portato avanti da due italiani, Andrea Bellavia e Nicola Orsini, è stato effettuato presso l’Istituto Karolinska di Stoccolma, per intenderci quello dei Nobel, pubblicato su Annals of Epidemiology. La ricerca ha coinvolto quasi 70.000 persone. Sono stati analizzati i consumi nelle varie fasce d’età, ottenendo stime esatte sul rapporto tra il consumo di alcolici e longevità degli individui. Dopo tre lustri di monitoraggio i risultati sono stati evidenti: 15 e 18 mesi guadagnati. Un ottimo risultato, merito degli antiossidanti presenti nel vino, come ad esempio il resveratrolo, un potente polifenolo che, proteggendo l’apparato cardiocircolatorio, contribuisce ad avere effetti positivi sulla nostra salute. Tra gli altri benefici del resveratrolo ci sono lo sviluppo dell’insulino-resistenza, il rafforzamento muscolare e la conservazione della densità minerale delle ossa. Inoltre questo indispensabile antiossidante è in grado di combattere il cancro. Ma attenzione, questo non vuol dire che il consumo del vino debba essere esagerato, anzi, lo studio dimostra anche che dopo il secondo bicchiere al giorno, gli effetti sono tutt’altro che piacevoli. L’organismo quindi, ringrazierà solo se saremo moderati.

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*

Forgot Password