Codice Unico Eurasia: via al countdown

Era stato annunciato durante un convegno nel settembre scorso, ora un po’ di tempo è passato quindi può cominciare il countdown per la scadenza fissata l 31 dicembre. Entro fine anno, infatti, è prevista la stesura del codice unico di Eurasia, vale a dire la normativa che regolarizzerà il commercio del vino nei territori dei Paesi aderenti all’Unione Economica Eurasiatica (Russia, Bielorussia, Kazakhistan, Kirghizistan e Armenia). Il nuovo codice avrà la missione di accelerare la burocrazia e garantire la trasparenza delle importazioni. Vi confluiranno anche le armonizzazioni relative alla comunicazione dei vini,  con un impatto (si presume) rilevante sull’insieme delle singole normative nazionali dei paesi aderenti, a favore di una maggiore trasparenza scongiurando l’insorgere di vie parallele per la commercializzazione del vino nelle regioni dell’UEE. Questo, almeno, è stato annunciato a suo tempo da Anton Azarov, capo della sezione per le Relazioni internazionali al Dipartimento Sviluppo e Integrazione della Commissione economica eurasiatica, che auspicava: Il provvedimento dovrebbe avere ricadute rilevanti nelle politiche commerciali delle aziende vinicole italiane che guardano verso l’Eurasia, nelle strategie dei distributori che attualmente presidiano il mercato e soprattutto negli attori della grande distribuzione della Federazione Russa e del Kazakhistan”. Il tutto all’interno del nuovo codice unico. A questo punto, non resta che attendere: il conto alla rovescia è iniziato!

 

 

 

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*