Regno Unito, grido d’allarme per le truffe sul vino

Tutto il mondo è paese. E in ogni paese proliferano le truffe, sempre più sofisticate ed estese ai vari settori. L’ultimo toccato direttamente dai soliti furbetti è proprio il comparto del vino, in particolare in Gran Bretagna dove si moltiplicano i casi di frodi con finti distributori che contattano aziende estere dichiarando di essere un riconosciuto operatore commerciale britannico, mentre in realtà dopo la spedizione della merce scompaiono senza saldare le fatture. L’attenzione degli operatori è stata richiamata dall’ambasciata di Spagna nel Regno Unito che ha messo in guardia le aziende spagnole ed europee in generale, spiegando come avviene la procedura truffaldina e suggerendo anche qualche rimedio. I truffatori contattano i possibili fornitori fingendo di essere impiegati di un riconosciuto operatore commerciale UK (importatore grossista, o dettagliante), ordinano le merci, senza troppo stare a contrattare su prezzo e sulle modalità della fornitura, e una volta impossessatisi di quanto ordinato scompaiono nel nulla senza, naturalmente, saldare le fatture. Il contatto dei malviventi (perché di tali si tratta) avviene attraverso indirizzi di posta elettronica fake, o per via telefonica. I truffatori solitamente indicano in prima istanza come luogo di consegna un reale magazzino facente capo all’organizzazione cui si sostituiscono, per poi ricontattare, una volta che le merci sono in viaggio, il fornitore o il trasportatore, dichiarando che per sopravvenuti motivi logistici, la consegna deve essere fatta in altro luogo. Per difendersi, è opportuno che chi opera verso il mercato britannico verifichi sempre con attenzione l’identità di chi lo ha contattato, non lasciandosi incantare da ordini inaspettati e articolarmente vantaggiosi, tenendo altresì presente che, in genere, i veri operatori della distribuzione britannica non contattano direttamente i fornitori esteri, avvalendosi invece di mediatori (ai quali tuttavia i truffatori possono allo stesso modo sostituirsi).

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*