Scicli, una meravigliosa città per un grande evento

In Provincia di Ragusa, un presepe vivente, come in tanti l’hanno definita, la città di Scicli, monumento barocco, inserito dall’UNESCO tra i patrimoni dell’umanità, ha fatto vivere agli ospiti ed appassionati di vino, una due giorni davvero indimenticabile.

“Rubino, Rotte del Vino”, questo è il nome del weekend enoculturale.

I vini del territorio in grande spolvero, con 5000 visitatori a degustarne le caratteristiche organolettiche, guidati dai sommelier dell’A.I.S. Sicilia. Come corollario tanti eventi: il progetto d’arte Together, Jazz & Wine, Carta dei Sapori di Scicli e tour guidati per conoscere i luoghi d’arte della città barocca.

un weekend organizzato in maniera impeccabile da SEM – Spazi Espressivi Monumentali – che ha animato il centro storico con l’esposizione e la degustazione di circa cento etichette di vino, tra le quali diverse di Cerasuolo di Vittoria, uno dei grandi vini siciliani che con l’istituzione dell’associazione “Strada del Vino Cerasuolo di Vittoria”, è deciso a varcare i confini regionali e nazionali, forte di una storia che affonda radici profonde, che risalgono al 1606, anno di nascita della città di Vittoria.

Il progetto Together che ha visto 12 artisti esporre le proprie opere in punti diversi della città, così da creare un percorso simbolico che innescasse la curiosità del pubblico. Curiosità che insieme all’arte e alla creatività, svincolano l’uomo dai canoni attuali, che tendono a restringere e bloccare le possibilità della mente.

Notevole il successo dei tour guidati che hanno dato la possibilità a tutti di visitare siti interessanti e purtroppo sconosciuti a molti, un modo insomma per conoscere a fondo una città dalla storia millenaria.

Vino, musica, storia ed arte, per un weekend davvero coinvolgente.

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*