SIAFT, il Centro-Sud Italia ospita il mondo dei buyers

Bilancio positivo per il Siaft 5, Southern Italy Agrofood and Tourism , il più grande evento nazionale dell’agroalimentare del Centro-Sud Italia che ha fatto tappa per il secondo anno consecutivo a Chieti. All’evento internazionale, organizzato dall’Agenzia di sviluppo della Camera di Commercio, hanno partecipato 56 aziende vitivinicole, delle quali 17 abruzzesi e altre provenienti da Lazio, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia. Due giorni di trattative con 560 appuntamenti, molti di più rispetto ai 400 previsti, a conferma della validità dell’iniziativa. Apprezzati dagli espositori sia il centro espositivo dell’ente camerale sia il buon lavoro dei sommelier coordinati dal presidente regionale dell’Associazione AIS Gaudenzio D’Angelo, ma anche le visite alle aziende, non inserite nel programma, richieste a gran voce dai buyer esteri e prontamente allestite dall’organizzazione. Danesi e inglesi si sono rivelati i più interessati al biodinamico. La giapponese è stata la delegazione più nutrita e si è dimostrata molto attenta ai vari aspetti che ruotano intorno al mondo enologico e dell’agroalimentare. Lo scorso anno, grazie al Siaft, sono state vendute 280.000 bottiglie di vino in più.

Il S.I.A.F.T. (South Italy Agri Food Tourism), è un progetto nato sulla spinta delle esigenze rilevate nel territorio che ha creato un modello di collaborazione fra Camere di Commercio, reti estere, mondo associativo e indirizzi strategici del Ministero dello Sviluppo Economico.

SIAFT, infatti, nasce da un’esperienza sviluppata inizialmente da alcune Camere del Mezzogiorno con l’obiettivo di promuovere l’enogastronomia italiana arrivando oggi, alla sua V edizione, a coinvolgere ben 16 realtà camerali del Centro-Sud. Il successo dell’iniziativa ne ha, in qualche modo, allargato gli orizzonti, tanto sotto il profilo qualitativo, ricomprendendo la filiera del turismo, quanto sotto quello quantitativo, accrescendo di anno in anno il numero delle Camere di Commercio partner.

L’edizione 2014 del SIAFT, rispondendo all’input fornito da Unioncamere nazionale, ha voluto contribuire allo sforzo del sistema camerale italiano finalizzato alla realizzazione di strumenti a supporto di politiche di sviluppo del sistema imprenditoriale locale orientate alla crescita delle imprese esportatrici.

Ecco un elenco dei settori con i rispettivi Paesi esteri di riferimento.

Food: Russia, Giappone, Francia, Corea e Gran Bretagna.

Oil: Russia, Giappone, Francia, Turchia, Corea e Gran Bretagna.

Wine: Russia, Giappone, Danimarca, Svezia e Gran Bretagna.

Tourism: Russia, Giappone, Stati Uniti, Gran Bretagna e area Scandinava.

Oltre 360 imprese italiane coinvolte, 9 Paesi esteri di riferimento e 49  buyer esteri per ogni evento di b2b. Grandi numeri per grandi obiettivi, questo è il SIAFT

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*