Sol d’Oro a Verona, un paese siciliano su tutti

2014,  anno davvero problematico per gli oliveti di mezzo mondo, che comunque ha fatto registrare un vero record di iscrizioni al Sol d’Oro. Il concorso di settore più importante al mondo, organizzato da Verona fiere, ha visto partecipare 238 campioni provenienti da Italia, Grecia, Spagna, Croazia, Slovenia, Portogallo e Turchia.
La novità di quest’anno, dividere il concorso per emisferi, non ha influito sul numero di iscrizioni, anzi, ne ha aumentato il numero.
Per la selezione ed il giudizio degli oli prodotti nell’emisfero australe del nostro pianeta, l’appuntamento per il Sol d’Oro 2015 è rimandata all’edizione del prossimo autunno.
Torniamo agli extravergini del Mediterraneo, che si sono confrontati a Verona nelle varie categorie.
All’opera di selezione 13 giudici internazionali, coordinati dal Capo Panel Marino Giorgetti.
“La crescita dei campioni pervenuti dai paesi europei – dichiara Damiano Berzacola, vicepresidente di Veronafiere – conferma in primis Sol d’Oro, nelle sue edizioni Emisfero Nord e Sud, come concorso di riferimento internazionale degli oli extravergine di oliva di qualità. In secondo luogo, dà un segnale confortante rispetto al valore della produzione nazionale, reduce da un’annata di raccolta tra le meno felici degli ultimi anni”.
La gara degli extravergini di oliva, si divide in cinque categorie: fruttato leggero, fruttato medio, fruttato intenso, monovarietale e biologico.
Ad ogni categoria vanno assegnati tre premi: Sol d’Oro, Sol d’argento e Sol di bronzo.
Per ogni categoria, ai primi 20 campioni che hanno ricevuto dalla commissione di assaggio una valutazione uguale o superiore a 70/90, vengono assegnati i diplomi di Gran Menzione.
Le bottiglie che hanno conquistato una medaglia possono riportare in etichetta il bollino Sol d’Oro che certifica la qualità del prodotto.
Saranno inoltre inserite nella guida “Le stelle del Sol d’Oro”, uno strumento creato per valorizzare gli oli d’eccellenza, distribuito a tutti gli operatori del settore, buyers e delegati esteri, per promuovere il valore dei produttori e del loro sacrificio.
Durante il Sol&Agrifood, alla fiera di Verona, in programma dal 22 al 25 Marzo 2015, nell’apposito spazio allestito in collaborazione con Onaoo, l’Organizzazione nazionale assaggiatori olio di oliva, sarà possibile degustare tutti gli oli premiati al Sol d’Oro Emisfero Sud e Nord.
Un’annata, quella 2014, da ricordare per lo strapotere non di una nazione o di una regione, bensì di un piccolo comune in provincia di Siracusa. Parliamo di Buccheri, duemila anime che producono il meglio dell’emisfero. Tre medaglie d’oro su cinque ed in più due Gran Menzioni a completare l’opera. Un’evento unico difficilmente ripetibile. Le tre realtà, Azienda Agricola La Tonda, Terraliva e Agrestis saranno sicuramente ricordate dagli addetti ai lavori, perché difficilmente si concentreranno di nuovo in un fazzoletto di terra così piccolo, tre grandi oli a livello mondiale.
14 medaglie su 15 conquistate dall’Italia a confermare lo strapotere di un territorio e di un popolo saggio che sa come coltivarlo al meglio per ottenere buoni frutti.
Abruzzo in grande spolvero con ben 4 medaglie ed Umbria per la prima volta sul podio.
Una medaglia alla Spagna e dodici Gran Menzioni, una Gran Menzione al Portogallo ed una alla Croazia.
“Temevamo un’annata con una qualità generale sotto tono vista la difficile campagna produttiva italiana, caratterizzata da un clima particolarmente sfavorevole – afferma Marino Giorgetti, capo panel di Sol d’Oro –, invece abbiamo dovuto ricrederci. Il gran numero di campioni arrivati dimostra anche una notevole capacità di giudizio dei produttori sul valore del proprio lavoro. Sorprendente in particolare il livello degli oli della categoria Biologico, teoricamente più a rischio quando si devono affrontare situazioni climatiche difficili come nel 2014”.
Nella speranza che l’olio extravergine di oliva, occupi sempre di più, come merita, un posto d’onore sulle nostre tavole, citiamo di seguito, a tributo del loro impegno, l’elenco dei medagliati al Sol d’Oro.

 

Categoria oli fruttato leggero:

Sol d’Oro all’Azienda Agricola Pietrabianca di Casalvelino (Salerno) – Campania

Sol d’Argento al Frantoio della Valle di Prezza (L’Aquila) – Abruzzo

Sol di Bronzo all’Azienda Agricola La Selvotta di Vasto (Chieti) – Abruzzo

 

Categoria oli fruttato medio:

Sol d’Oro all’Azienda Agricola La Tonda di Buccheri (Siracusa) – Sicilia

Sol d’Argento all’Azienda Agricola Paolo Bonomelli di Torri del Benaco (Verona) – Veneto

Sol di Bronzo alla Soc. Agricola Fonte di Foiano di Castagneto Carducci (Livorno) – Toscana

 

Categoria oli fruttato intenso:

Sol d’Oro all’Azienda Agricola Terraliva di Siracusa – Sicilia

Sol d’Argento al Frantoio Franci di Montenero d’Orcia (Grosseto) – Toscana

Sol di Bronzo al Frantoio Gaudenzi di Trevi (Perugia) – Umbria

 

Categoria oli biologici:

Sol d’Oro alla Finca La Reja s.l. di Bobadilla (Malaga) – Spagna

Sol d’Argento all’Agraria Riva del Garda di Riva del Garda (Trento) – Trentino Alto Adige

Sol di Bronzo all’Azienda Agricola Tommaso Masciantonio di Casoli (Chieti) – Abruzzo

 

Categoria oli monovarietali:

Sol d’Oro alla Società Agrestis di Buccheri (Siracusa) – Sicilia

Sol d’Argento alla Società Agricola OlioCRU di Arco (Trento) – Trentino Alto Adige

Sol di Bronzo al Frantoio Hermes di Di Mercurio Claudio di Penne (Pescara) – Abruzzo

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*