Un passettino alla volta …

Lenta ma costante. E’ la crescita prevista dalla società specializzata IWSR sui consumi di vino da qui al 2018. A quella data si saranno sfiorati i 3 miliardi di casse circolanti nel mondo, anche se in termini percentuali l’aumento dovrebbe assestarsi attorno all’appena 1% rispetto al 2014. Dall’indagine commissionata da Vinexpo a tirare di più dovrebbero essere i mercati americano e cinese, con uno scattino in avanti delle bollicine rispetto ai vini fermi. Stima di crescita omogenea per bianchi e rossi, mentre la migliore performance dovrebbe essere dei rosati. L’austera Germania si conferma la più suscettibile al “richiamo” degli spumanti, al contrario l’Italia, cioè la vera “culla” del vino, fa registrare un piccolo regresso nei consumi.  E’ proprio vero, “nemo propheta in patria … “.

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*