WineChannel – Sulla Torre Vinaria con Cantina Frentana

Saliamo sulla Torre Vinaria della Cantina sociale Frentana per scoprire con quali novità si sta per chiudere questo 2017, un anno che ha visto crescere la cooperativa abruzzese registrando incrementi in positivo sia sul fronte del bilancio aziendale sia in termini di nuovi mercati e nuovi soci in ingresso, come racconta il direttore Felice Di Biase: ”Concluso superiore alle aspettative, e questo non fa altro che farci enormemente piacere.  Abbiamo dei progetti che intendiamo realizzare nel breve termine, ed abbiamo delle belle novità che hanno contraddistinto quest’anno che si sta per chiudere. Uno tra tutti è il progetto “Wine Net”, che è questa bella rete d’impresa che ci rende partecipi a rappresentare l’Abruzzo per il mondo, attraverso questa associazione. Un’altra novità per noi veramente grande ed importante è quella del 60esimo anno, la cantina Frentana compirà 60 anni della propria storia, fatta di alti e bassi, fatta sicuramente di sconfitte ma anche di grandi successi, e vorremmo festeggiare nel migliore dei modi”.

Con Maurizio Gily, agronomo della cantina Frentana, abbiamo parlato un po’ di quest’annata del 2017, sentiamo però le sue parole: come è stato per i vini abruzzesi?

“In Italia è stata una vendemmia scarsa e generalmente nemmeno di grande qualità, mentre qui da noi, almeno sui rossi, è stata davvero un’ottima annata, molto bene ha risposto anche il Trebbiano, quindi la varietà autoctona per eccellenza per quanto riguarda i bianchi. Qualche difficoltà in più sui bianchi a maturazione più precoce, come lo Chardonnay ed il Pecorino, però tutto sommato, dalle degustazioni che abbiamo fatto in questi giorni, i risultati sono direi ampiamente soddisfacenti”.

Siamo qui con l’enologo della cantina Frentana, con tutti questi discorsi che abbiamo fatto torniamo comunque a parlare del vino ed in particolare del Passito, che è il nuovo prodotto presentato oggi qui nella Torre Vinaria: ”Sì, oggi siamo arrivati dopo qualche anno di attesa, proprio perché crediamo che su questi vini il riposo di qualche anno renda il vino più complesso, più intrigante, siamo arrivati alla presentazione di questo vino che è fatto di uve, moscato in purezza, e che credo che risponda pienamente a quelle che sono oggi le caratteristiche che uno si spetta da un Passito, quindi concentrazione, dolcezza e nello stesso tempo anche questo senso del tempo, dell’evoluzione, dell’attesa”.

Con il presidente Romanelli è stata un’occasione questa anche per dare un saluto, un ringraziamento a tutti i soci che fanno parte della Cantina Frentana: “E’ stata un’annata che abbiamo superato con 9 milioni di euro di fatturato, che è molto importante e che è l’obiettivo che crescerà sempre di più, poco alla volta”.

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*

Forgot Password