Wine&Veg – Ribollita toscana rivisitata

Tipico piatto toscano con un tocco di cucina abruzzese

In questa puntata di Wine&Veg vi presentiamo la  classica Ribollita toscana con una piccola rivisitazione di Paola Mariani, che ha utilizzato gli ingredienti tipici della ribollita, come verdure e legumi, rendendoli gustosi e appetitosi personalizzandoli con la sua nota creatività in cucina.

Ingredienti

  • 1 cavolo nero

  • 1/2 cavolo verza

  • patate

  • 2 carote

  • 1 cipolla

  • 10 pomodorini

  • 2 zucchine

  • 1 costa di sedano più le foglie

  • 400 grammi di fagioli cannellini

  • 1 barattolo di passata di pomodoro

  • olio extravergine d’oliva

  • sale, pepe, cannella 

  • pane toscano raffermo

Preparazione

Mettete a bagno i fagioli per una notte e poi fateli cuocere per il tempo indicato nel video. In una padella fate soffriggere la cipolla tagliata a rondelle con l’olio e aggiungete la carota e il sedano tagliati a dadini e fateli rosolare fino al momento in cui assumeranno una leggera doratura. Dopo 5 minuti, mettete i pomodorini tagliati a spicchi e fateli cuocere per una decina di minuti a fuoco vivace e con il coperchio. Aggiungete anche le patate tagliate a dadini piccoli. Dopo circa dieci minuti, tagliate il cavolo nero e il cavolo verza e aggiungeteli. Per ammorbidire il tutto potete usare l’acqua di cottura dei fagioli.

Trasferite metà dei fagioli nella padella e, dopo un po’, anche le zucchine a pezzetti. Aggiungete la passata di pomodoro all’altra metà dei fagioli e frullateli in modo tale da realizzare un purè dalla consistenza cremosa e alla fine, unitelo al composto di verdure che avete cotto in padella.

Tagliate a pezzettoni il pane raffermo e fatelo arrostire in forno. Prendete un tegame di terracotta e disponete sul fondo i dadini croccanti. Versate sul pane la verdura con il brodo che avete appena cotto e poi rivestitela con un altro strato di crostini. Aggiungete ancora verdura e brodo e condite con un filo d’olio. 

La nutrizionista Lorenza Tiberii

Gli ingredienti fondamentali di questa ricetta sono il cavolo nero e i fagioli. Il cavolo nero è un ortaggio ricco di antiossidanti che combattono l’invecchiamento cellulare, ha molta vitamina C, importante per il nostro sistema immunitario, ha uno spiccato effetto antiinfiammatorio, è ricco di fibre, come tutti gli alimenti del mondo vegetale, ma, soprattutto, ha molto potassio e questo lo rende un ortaggio detossificante e drenante. Inoltre, è un alimento che può essere consumato anche crudo, magari abbinato a radicchio e rucola. E’ uno dei nove tipi di cavoli presenti in natura”.

Il sommelier Francesco Properzi Curti

La Ribollita toscana è un piatto povero realizzato con ingredienti semplici: al caratteristico soffritto di olio, carota, sedano e cipolla si aggiungono fagioli, patate, pomodorini, cavolo verza, cavolo nero e zucchine, il tutto è reso croccante dai crostini ottenuti con il pane raffermo. Pane, verdure e legumi esprimono un’ottima tendenza dolce, ben bilanciata dall’acidità dei pomodorini e dalla passata di pomodoro. I cavoli, in particolare il cavolo nero, insieme a pepe e cannella, conferiscono al piatto un profumo strepitoso, intenso e dall’interminabile persistenza. Per questa ricetta ho pensato a un vino biologico della cantina Torri nel teramano: il Quattroventi, un Cerasuolo d’Abruzzo DOC secco, morbido, di buona freschezza e sapidità e dotato di una buona alcolicità”.

Leave Your Comment

Your email address will not be published.*